Lettera a RAI UNO sulla trasmissione del 9 agosto scorso

Segnaliamo che molte delle associazioni che fanno parte della CIANB hanno inviato una lettera alla direzione di RAI 1 in merito ai contenuti della trasmissione “UNO Mattina Estate” del 9 agosto scorso. Questo il testo:

Al Direttore di Rai 1 Mario Orfeo

Alla cortese attenzione dei membri
del Tavolo tecnico sull’Allattamento al Seno
del Ministero della Salute

E p.c. ad Alessio Zucchini

 

10 settembre 2016miscia-uno-mattina

Con la presente vogliamo segnalarVi che il 9 agosto nel corso della trasmissione UNO Mattina Estate di Rai Uno, canale che già si era distinto alcuni mesi fa per la presentazione poco corretta di un confronto fra formula artificiale e latte materno[1], lo psichiatra Antonio Miscia ha espresso opinioni discutibili e dannose, frutto di interpretazioni personali e soprattutto prive di fondamento scientifico, circa la relazione fra allattamento e obesità[2].

Come già ribadito anche dal Gruppo di Lavoro per la Convenzione sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza (Gruppo CRC) nel 9° Rapporto di aggiornamento sul monitoraggio della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza in Italia 2015-2016[3], l’emittente pubblica nazionale ha il dovere di seguire le impostazioni del Ministero della Salute nella realizzazione di trasmissioni di “pubblica utilità”.

Alcune delle nostre Associazioni hanno ricevuto numerose richieste di famiglie allarmate per le pesantissime dichiarazioni del dottor Miscia, che esprimono l’esatto contrario delle linee guida del Ministero della Salute, OMS e UNICEF sull’allattamento di bambini oltre l’anno di età, e ribadite dallo stesso Tavolo tecnico sull’Allattamento al Seno (TAS)[4]. Già nel 2005 l’American Academy of Pediatrics ha dichiarato che non esistono prove di danni psicologici né fisici per un allattamento che vada anche oltre il terzo anno di vita.

Riteniamo che il dottor Miscia abbia il diritto di esprimere il suo parere sull’allattamento come preferisce, ma che ciò non debba accadere su una rete pubblica nazionale (sostenuta dal canone di tutte le famiglie in Italia) che dovrebbe proseguire obiettivi di salute pubblica di provato valore scientifico.

Le nostre Associazioni chiedono alla RAI di attivare iniziative informative scientificamente corrette, e al TAS di fare in modo che nella trasmissione in causa si mandi in onda quanto prima un intervento di un professionista competente, che fornisca agli spettatori le informazioni corrette.

Un cordiale saluto

ACP – Associazione Culturale Pediatri
AICPAM – Associazione Italiana Consulenti Professionali in Allattamento Materno
CreAttivaMente Ostetriche
IBFAN Italia
La Leche League Italia
Il Melograno – Centri Informazione Maternità e Nascita
MAMI – Movimento Allattamento Materno Italiano
MIPPE – Movimento Italiano di Psicologia Perinatale

_____________________________________________________

[1] http://www.cianb.it/comunicato-stampa-a-conti-fatti/

[2] Il link della trasmissione è http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-bddaaab6-485a-47d1-9efd-30972e652f34 sites.html#p=0 (L’intervento è visibile dopo un’ora e 45 circa di trasmissione).

[3] Pertanto il Gruppo CRC raccomanda: (…) Al Comitato Minori e Media una maggiore vigilanza sui contenuti delle trasmissioni dedicate all’alimentazione nella prima infanzia e un controllo sulla loro coerenza con le Linee Guida ministeriali, in considerazione del fatto che il Ministero della Salute “auspica che i mezzi di comunicazione di massa rappresentino l’allattamento al seno come il modo naturale e normale per l’alimentazione nella prima infanzia”. – http://www.gruppocrc.net/-pubblicazioni-del-gruppo-crc-

[4] http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_2113_allegato.pdf

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *