Martedì 13 si apre a Pisa il processo ai PEDIATRI “LOW COST” – MAMI e IBFAN Italia richiedono di costituirsi parte civile

MAMI e IBFAN Italia
COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO

ALLATTAMENTO – Martedì si apre a Pisa il processo ai PEDIATRI “LOW COST” – Le associazioni richiedono di costituirsi parte civile

tribunaleMartedì 13 dicembre alle 9 a Pisa si tiene l’udienza preliminare del processo penale contro pediatri e informatori farmaceutici di tre multinazionali del latte artificiale, con l’accusa di aver prescritto la formula “contro i doveri d’ufficio” in cambio di benefici economici. IBFAN Italia e MAMI (Movimento Allattamento Materno Italiano) – che proteggono, sostengono e promuovono l’allattamento (anche secondo le indicazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità(*) – presenteranno istanza di costituzione di parte civile, nella qualità di soggetti danneggiati dai reati contestati, in rappresentanza di singoli e gruppi di mamme, ma anche di operatori della salute che da anni segnalano a IBFAN Italia e MAMI pratiche simili da ogni parte d’Italia.

I dati oggettivi denunciano chiaramente che a fronte di una percentuale irrilevante di donne impossibilitate ad allattare corrisponde invece un costante aumento di fatturato delle aziende e tassi di allattamento ben lontani dalle raccomandazioni internazionali. I casi sono due: o sempre più donne hanno deciso di non allattare i propri figli, o intervengono interferenze non sempre lecite.

Le accuse non sorprendono, perché da anni raccogliamo le testimonianze di madri che pur potendo e volendo allattare, sono state indirizzate verso l’alimentazione artificiale senza alcuna necessità oggettiva e contro il loro volere. È davvero grave che si faccia profitto sulla salute di donne e bambini, ed è ancor più vergognoso che questo avvenga nelle dimensioni protette degli ospedali o degli studi medici a cui i cittadini si affidano fiduciosi.

MAMI e IBFAN Italia ritengono di dover essere presenti con il loro avvocato, Mariacristina Petrolo del Foro di Roma, durante questo delicatissimo primo processo contro una pratica diffusa quanto nociva della salute psico-fisica di donne e bambini, così come indicato nel 1981 dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e anche dal Ministero della Salute italiano in un documento contenente le linee guida sull’allattamento(**).

MAMI E IBFAN Italia ricordano alle donne che esiste un vademecum del Ministero della Salute per segnalare le violazioni al Decreto Ministeriale 82/2009 sugli alimenti per lattanti e di segnalare a IBFAN Italia (segreteria@ibfanitalia.org) i comportamenti scorretti.

Per contatti: Avv. Mariacristina Petrolo – 06-37514256

Claudia Pilato – IBFAN Italia – 347-8467636

Paola Negri – IBFAN Italia – 366-6486991

Trovate una rassegna stampa delle fasi preliminari del processo qui

SCARICA QUESTO COMUNICATO STAMPA IN PDF

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *